Tony Gum vince il Miami Beach PULSE Prize 2017

0
106

Pulse Contemporary Art Fair ha annunciato che Tony Gum ha ricevuto il Miami Beach PULSE Prize 2017, una borsa di studio con un premio in denaro di 2.500 dollari concesso direttamente ad un artista di distinzione, esibitosi in uno solo stand in fiera

 

Per la tredicesima edizione di PULSE Miami Beach, guidata dal nuovo direttore della fiera, Katelijne De Backer, (con un passato in The Armory ShowArt MiamiAqua Art Miami e Lehmann Maupin), Tony Gum è stata selezionata da una giuria di curatori esperti che guidano una forza forte nel mondo dell’arte e non solo, tra cui Lolita Cros, Independent Curator; Kathryn Mikesell, fondatrice della residenza Fountainhead; Tommy Ralph Pace, direttore associato dell’Institute of Contemporary Art, Miami; Roya Sachs, curatore di Lever House Art Collection e direttore artistico di Spring Place; e Piper Marshall, curatore e studente di dottorato presso la Columbia University. “L’impegno di PULSE Art Fair nel presentare progetti di solisti rappresenta un’esposizione critica per artisti giovani e poco riconosciuti. È stato un onore lavorare con la giuria di quest’anno per selezionare Tony-Gum_Xhosa-Woman_Intombi-I-200x300il vincitore del PREMIO PULSE 2017 “, ha dichiarato Pace. Rappresentata dalla galleria sudafricana Christopher Moller Gallery, un rinomato espositore PULSE di Miami Beach, Gum offre prospettive considerate alle meta-narrazioni di un mondo in continua evoluzione attraverso la serie di cinque grandi ritratti mostrati nel suo stand. Proveniente da Cape Town, l’artista sudafricana Tony Gum (nata nel 1996) è guidato dalla libertà, dalla lingua e dal ritmo della vita che è arte. L’approccio di Tony Gum, spesso minimalista, eppure considerato, al racconto, tradotto su tela, ha finora informato il suo peculiare percorso evolutivo. Vogue chiama Gum “The Coolest Girl in Cape Town” e con oltre 40mila follower su Instagram, la storia di Gum viene sicuramente trasmessa ad un vasto pubblico. Le nomination per il PULSE PRIZE 2017 includevano i seguenti atisti: JoAnne Carson (Black & White Gallery / Project Space), Cristobal (WHITECONCEPTS), Andy Dixon (BEERS LONDON), Alejandro Hernandez (CEDE GALERIA), Amy Hill (Front Room Gallery), Sky Kim (Carrie Able Gallery), Todd Lanam (Mark Wolfe Contemporary), Diane Tony-Gum_Xhosa-Woman_Umama-omkhulu-200x300Landry (VIVIANEART), Raquel Maulwurf (Livingstone Gallery), Mariu Palacios (Ginsberg Galeria), Lissa Rivera (ClampArt), Donna Ruff (Rick Wester Fine Art), Devan Shimoyama (Samuel Freeman Gallery), Deborah Tarr (LPH) e Lisa Wright (COATES & SCARRY). Tony Gum si unisce a una lista di noti vincitori del passato, tra cui recentemente Devan Shimoyama della Samuel Freeman Gallery che ha presentato un’immersiva installazione di opere multidisciplinari al PULSE Miami Beach 2016. Fondata nel 2005, PULSE Contemporary Art Fair è una parte consolidata del calendario artistico annuale ed è riconosciuta per fornire alla sua comunità internazionale di gallerie emergenti e consolidate una piattaforma dinamica per il collegamento con un pubblico globale. PULSE offre ai visitatori un ambiente coinvolgente in cui scoprire e collezionare l’arte contemporanea più avvincente che viene prodotta oggi.

by bebeez.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here